Trump minaccia la Cina

Melek Ozcelik
briscola

FILE - In questa foto del 29 giugno 2019, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump posa per una foto con il presidente cinese Xi Jinping durante un incontro a margine del vertice del G-20 a Osaka, nel Giappone occidentale. Il portavoce del ministero del Commercio cinese Gao Feng ha affermato che Pechino sta lavorando per risolvere i conflitti con Washington sul commercio, respingendo le speculazioni sui colloqui che potrebbero essere nei guai come voci inaffidabili. Trump aveva detto che sperava di firmare un accordo preliminare con Xi entro questo mese. (Foto AP/Susan Walsh, File)

SaluteNotiziaLe migliori tendenze

Sommario



L'affermazione di Trump in materia

Un consulente economico del presidente Trump si è espresso a favore di incentivi fiscali ad alcune società americane.



Include coloro che hanno le loro basi di produzione in Cina.

In questa battaglia del coronavirus, non sorprende quanto sia duramente colpito il mondo intero, in mezzo a questo, Trump ha deciso di macchiare il suo rapporto con la Cina.



Gli Stati Uniti hanno ripetutamente criticato la gestione da parte della Cina dell'intera situazione del coronavirus che ha portato alla scomparsa di circa 90.000 americani, fino ad ora.

E se non bastasse, la Cina è stata anche accusata di aver rubato il lavoro di ricerca, cosa che anche io penso possa essere vera.

La Cina lo chiede agli Stati Uniti



Cosa sarebbe potuto essere

L'America e la Cina avrebbero dovuto avere un accordo commerciale questo febbraio, che è stato interrotto a causa del tuo-sai-cosa.

Il crescente sospetto e la delusione dell'America nei confronti della Cina sta ora portando alla cancellazione di centinaia di accordi commerciali.

Gli Stati Uniti hanno assistito a un forte calo dell'economia, uno sconvolgente 14%, il peggiore dopo la Grande Depressione.



L'economia sta crollando e l'amministrazione ha deciso di non continuare più gli scambi con la Cina.

Secondo quanto riferito, il direttore economico della Casa Bianca Larry Kudlow ha affermato che un certo numero di società erano pronte.

Pronti a spostare le loro basi di produzione fuori dalla Cina e stabilirsi negli Stati Uniti.

Ha aggiunto come vuole rendere l'America, il posto più affascinante in cui lavorare.

Quindi, se le società si trasferiscono da una terra straniera negli Stati Uniti, otterrebbero uno sconto del 50% sull'aliquota dell'imposta sulle società.

Ha detto che l'avrebbe fatto perché crede nelle ricompense e non nelle punizioni.

Risultato finale

Larry ha proseguito parlando della riduzione dell'onere fiscale dal 20% al 10% e di come ciò li avrebbe avvantaggiati nel diventare più ospitali nei confronti dei nuovi investimenti.

Ha anche parlato di consolidare i legami militari con l'India e di ritenere la Cina totalmente responsabile della menzogna.

Inoltre, ingannando il mondo intero che ha portato perennemente alla pandemia pericolosa per la vita.

Trump ha già avvertito la Cina di capire l'origine del virus, minacciando di interrompere del tutto i suoi rapporti con la Cina.

Leggi anche: Il presidente Trump probabilmente non avrà più a che fare con la Cina