Mercato azionario: le azioni scendono mentre la disoccupazione aumenta costantemente

Melek Ozcelik
Mercato azionario EconomiaLe migliori tendenze

Il mercato azionario ha fatto un grande passo grazie all'impatto del coronavirus sull'economia. In particolare, sono stati i dati appena diffusi sulla disoccupazione a causare questa tendenza al ribasso.

I numeri sono aumentati il ​​giorno prima

Il giorno prima, giovedì 2 aprile 2020, c'erano segnali cupi sul numero di persone che sarebbero comunque disoccupate. Tuttavia, quando i mercati hanno chiuso quel giorno, tutti e tre gli indici americani sono leggermente aumentati.



Il Dow Jones Industrial Average è salito di +469,93 punti (+2,24%), l'S&P 500 è salito di +56,40 punti (+2,28%) e il Nasdaq Composite è salito di +126,73 punti (+1,72%). Ciò ha portato all'impressione che, indipendentemente dai numeri, i prezzi delle azioni avrebbero superato la tempesta e non avrebbero perso troppo valore.



Mercato azionario

Ciò nonostante i rapporti del Guardian in cui si affermava che 6,65 milioni di lavoratori americani avevano presentato domanda di disoccupazione. Molti di questi nuovi disoccupati lavoravano in ristoranti, bar, teatri, ecc.



Leggi anche:

Infowars: l'app Infowars è stata rimossa dal Play Store – Norme di gioco violate

Coronavirus a Tokyo: Tokyo diventa l'epicentro del virus in Giappone



Il blocco ha influito su alcune attività

Queste sono le imprese che il coronavirus ha danneggiato di più, a causa dei blocchi imposti dal governo. Tuttavia, nelle ore mattutine di venerdì 3 aprile 2020, abbiamo ottenuto dati ufficiali dal Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti. Il rilascio di questi numeri ha avuto un effetto negativo su tutti gli indici americani.

Quando il trading si è concluso venerdì, il Dow Jones Industrial Average è sceso dell'1,67%, o 357,99 punti, chiudendo a 21.055,45. È stata una storia simile con l'S&P 500, che è sceso dell'1,52%, o 38,34 punti, per chiudere a 2.488,56. Anche il Nasdaq Composite ha registrato un calo dell'1,53%, o 114,23 punti, per chiudere a 7.373,08.

Ragioni per reazioni differenti Mercato azionario

Mercato azionario



È facile evidenziare il motivo principale per cui i mercati hanno reagito diversamente in questi due giorni. I numeri pubblicati venerdì dal Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti erano peggiori delle stime originali del giorno prima.

La disoccupazione negli Stati Uniti è aumentata di quasi un'intera percentuale, dal 3,5% al ​​4,4%. A peggiorare le cose, questi erano solo i numeri delle prime due settimane di marzo. Poiché molti dei licenziamenti relativi al COVID-19 sono probabilmente arrivati ​​​​dopo quel periodo, il danno per tutto il mese di marzo è probabilmente molto peggiore. Anche quei numeri sono solo di coloro che hanno scelto di presentare richieste di assicurazione contro la disoccupazione.

Nel complesso, ci aspettano settimane e mesi turbolenti davanti a noi. Finché durerà questa pandemia di coronavirus, potremmo sperimentare ancora più di queste battute d'arresto.