Ispettore generale del Dipartimento di Stato: l'ultimo obiettivo di Trump

Melek Ozcelik
Ispettore generale del Dipartimento di Stato

Ispettore generale del Dipartimento di Stato

celebritàSaluteNotizia

Sommario



Il suo obiettivo

Di recente, l'ultimo obiettivo del presidente Trump è stato l'ispettore generale del Dipartimento di Stato che si chiama Steve Linick.



L'uomo in abito nero e cravatta gialla è stato motivo di sospetto per il presidente, che dubita della sua capacità di servire ora in poi.

Tuttavia, nessun motivo è stato addotto dal presidente per questa apparente perdita di fiducia nell'ispettore.



Si è assicurato che i suoi connazionali sapessero che il licenziamento di Linick sarebbe stato definitivo in 30 giorni al massimo.

Il mandato di Linick

Linick è venuto in ufficio per la prima volta nel 2013, durante il regno di Obama ed è stato un nome abbastanza stabile.



La sua rimozione è stata comunque criticata da un numero enorme di persone che dubitava che tutto ciò dovesse fare a causa del fatto che aveva aperto un'indagine contro Mike Pompeo.

Mike Pompeo aveva usato un incaricato politico per portare a termine e rispolverare il proprio lavoro, il che è un totale impeachment della legge.

E ora che Linick stava interrogando l'intera situazione tra poche altre opere dispregiative del Segretario di Stato, è stato licenziato.



È stato cacciato e la Casa Bianca non ha nemmeno provato a spiegare al pubblico quale fosse la situazione.

Donald Trump ha scritto solo in una lettera che ha un'immensa fiducia in tutti gli ispettori generali nominati, tranne lui.

Il presidente degli Stati Uniti Trump licenzia il watchdog del Dipartimento di Stato che si dice stia sondando la Sec of ...

Di fronte alle avversità

Ma ammettiamolo, essere di così alta statura e abusare dei tuoi poteri per svolgere semplici compiti?

È un peccato. Linick aveva scoperto le malefatte di Mike, che viaggiava spesso per il mondo intero sull'aereo del governo.

Era accompagnato dalla moglie Susan che non aveva alcun ruolo ufficiale, e questo era ancora più sorprendente.

Ora che Linick stava esaminando la questione, il Segretario e il Presidente non avevano scampo.

Ciò ovviamente richiedeva un rapido licenziamento dell'ispettore, per timore che i loro segreti venissero svelati. Che peccato. *clicca la lingua*

Leggi anche: Il presidente Trump probabilmente non avrà più a che fare con la Cina