Il produttore di Narnia vuole il riavvio dell'episodio Netflix

Melek Ozcelik
narnia

narnia

NetflixFilmSpettacoli televisivi

Douglas Gresham, il produttore della serie di film Le cronache di Narnia, ha espresso il desiderio per il riavvia per seguire un formato episodico . Il fatto è che non ha sentito da Netflix qual è lo stato attuale del riavvio.



Basata sui famosi libri fantasy di CS Lewis, la serie è stata adattata per il grande schermo dalla Disney nel 2005. Il leone, la strega e l'armadio ha guadagnato 745 milioni di dollari ed era destinata a diventare un mega-franchise sulla scia di Harry Potter e Lord degli Anelli. Tuttavia, l'uscita del principe Caspian ha dato una svolta ai loro piani con il film che ha guadagnato solo $ 419 milioni.



A seguito di una disputa tra Walden Media e Disney sul budget del terzo film, la Fox è intervenuta. Il viaggio del veliero è stato realizzato con un budget di $ 150 milioni e ha guadagnato $ 415 milioni. Il film non è stato un gran successo negli Stati Uniti, dove ha avuto prestazioni inferiori, ma il suo successo internazionale è stato sicuramente molto rispettabile.

Leggi anche: The Crown Stagione 4: data di uscita, cast, trailer, quale sarà la trama? Scopri gli aggiornamenti



Netflix al lavoro su nuove serie e film Le cronache di Narnia - Polygon

Cosa c'è nell'armadio?

Era chiaro che la Fox voleva un nuovo inizio per la serie, quindi erano in atto piani per riavviare la serie con una quarta puntata. La sedia d'argento sarebbe stata diretta da Joe Johnston, ma i piani sono andati in pezzi; e Netflix ha acquistato i diritti nel 2018; e ha dichiarato che intendevano sviluppare una serie di film e film basati su di esso.

Gresham, che è anche il figliastro di Lewis, ha detto questo:



Mi piacerebbe che fosse una cosa episodica. Perché con un film hai un'ora; forse un massimo di due ore se lo allunghi davvero. Mettere un intero libro – un libro di storie d'avventura – nel film. E non puoi farlo.

È chiaro come il giorno che Gresham vuole che questi adattamenti siano il più fedeli possibile alla visione originale di Lewis. Mi chiedo solo come la rappresentazione di Susan, che è bollata come una giovane donna presuntuosa per aver fatto le proprie scelte, potrà volare con il pubblico di oggi.